AZIENDA AGRICOLA CASCINA PERPETUA SAS  –  VIA CASTELLONE, 9   –  15067 NOVI LIGURE (AL)  –  ITALIA
TEL. +39 0143 746 331  –  FAX +39 0143 324 356

LA STORIA DEL GAVI

IL VITIGNO CORTESE fu menzionato per la prima volta nel 1799 in una descrizione del Conte Nuvolone dove apparve con il nome dialettale di “corteis”.
Ma anche se il nome era in volgare ci si accorse che il vitigno, invece, era nobile. E tale nobiltà era già insita, secondo alcuni, nel termine “Cortese”, inventato per designare un vino gentile, destinato ad allietare le mense dei borghesi e degli aristocratici liguri che da sempre possedevano in queste zone ville e cascine.
Nel 1876 il Marchese Cambiaso creò i primi piantamenti specializzati e il suo esempio venne seguito dalle famiglie Raggio, Serra, Sartorio, Spinola: con questi nomi inizia l’era moderna del”Gavi”.
La diffusione del vitigno Cortese è avvenuta poi in forma massiccia con la ricostruzione dei vigneti distrutti alla fine del secolo scorso dalla fillossera, piccolo insetto che quasi decretò la fine della viticoltura europea.
Col passare del tempo questo vino acquistò importanza e pregio fino al riconoscimento a DOC del 1974. Successivamente, attraverso un decreto del ministero delle politiche agricole del 1998, ha ottenuto la denominazione di origine controllata e garantita (DOCG).